Domenica 18 settembre ore 19 turno B
Martedì 20 settembre ore 19 turno A
Celebrazioni mozartiane 2005-2006
 

DIE ZAUBERFLÖTE

(Il flauto magico)
Singspiel in due atti di Emanuel Schikaneder

Musica di
WOLFGANG AMADEUS MOZART
Editore proprietario Bärenreiter-Verlag, Kassel
Rappresentante per l’Italia Casa Musicale Sonzogno di Piero Ostali, Milano

Personaggi e interpreti
Sarastro René Pape
Tamino Christoph Strehl
Pamina Dorothea Röschmann
Papageno Hanno Müller-Brachmann
Papagena Julia Kleiter
Königin der Nacht (Regina della Notte) Erika Miklósa
Erste Dame (Prima dama) Caroline Stein
Zweite Dame (Seconda dama) Heidi Zehnder
Dritte Dame (Terza dama) Anne-Caroline Schlüter
Sprecher (Oratore) Georg Zeppenfeld
Monostatos Kurt Azesberger
Drei Knaben (Tre fanciulli) Solisti del Tölzer Knaben Chor
Erster Priester (Primo sacerdote) Andreas Bauer
Zweiter Priester (Secondo sacerdote) Danilo Formaggia
Dritter Priester (Terzo sacerdote) Tobias Beyer
Erster Geharnischter Mann (Primo armigero) Danilo Formaggia
Zweiter Geharnischter Mann (Secondo armigero) Sascha Borris
Drei Sklaven (Tre schiavi) Matthias Bernhold, Martin Olbertz, Tobias Beyer

 
 MAHLER CHAMBER ORCHESTRA
Direttore Claudio Abbado
ARNOLD SCHÖNBERG CHOR
Maestro del coro Erwin Ortner

Regia Daniele Abbado
Regista collaboratore Boris Stetka
Scene Graziano Gregori
Costumi Carla Teti
Luci Guido Levi
Movimenti coreografici Alessandra Sini

Assistente alla direzione musicale
Fausto Nardi
Assistente alla regia
Pinah Helal
Assistente alle scene
Angelo Linzalata

Nuovo allestimento
Coproduzione
Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, Teatro Comunale di Ferrara, Fondazione Teatro Comunale di Modena, Festspielhaus di Baden-Baden
In lingua originale con sopratitoli in italiano
 

 

 Va in scena a Modena il nuovo allestimento del Flauto magico diretto da Claudio Abbado. L’opera ha debuttato al Valli di Reggio Emilia nell’aprile di quest’anno ed è andata successivamente in scena alla Festspielhaus di Baden-Baden e al Teatro Comunale di Ferrara.
Alla guida della Mahler Chamber Orchestra da lui stesso fondata nel 1997 e formata da giovani strumentisti provenienti da 15 Paesi europei, Claudio Abbado ha diretto Il flauto magico in questa occasione per la prima volta, affiancato dal figlio Daniele che ne ha curato la regia.
Dal 1997 ad oggi, la Mahler Chamber Orchestra ha lavorato con i più importanti direttori del mondo, quali Daniel Harding, Christopher Hogwood, Philippe Herreweghe, Paavo Jarvi, Neville Marriner e ha collaborato con i migliori solisti.
Daniele Abbado, regista teatrale e d’opera al lavoro dal 1988, ha già firmato la regia di un Flauto magico nel 2001 al Teatro Carlo Felice di Genova.
Il Flauto, composto e rappresentato durante l’ultimo anno di vita del compositore, costituisce uno dei suoi vertici più alti in campo teatrale. Appartenente al genere comico popolare del Singspiel, l’opera dal contenuto fiabesco raccoglie i più importanti elementi stilistici del Settecento musicale e costituisce un punto di partenza fondamentale per gli sviluppi di questo genere in epoca romantica.